POLITICA DEL LAVORO

AGENZIA DEL LAVORO TN – POLITICA DEL LAVORO – INTERVENTO N.4: Formazione per lavoratori occupati

L’Agenzia del lavoro di Trento mette a disposizione delle imprese trentine una linea di finanziamento, semplice e veloce, a parziale copertura dei costi sostenuti dalle aziende per la formazione e lo sviluppo del personale.

Le risorse umane e la loro qualità in termini di competenze, conoscenze ed abilità (il capitale umano di cui sono portatrici) costituiscono il più importante fattore produttivo del sistema delle imprese trentine. Per migliorare le performance di tale sistema in termini di produttività, qualità di prodotto e di processo e, quindi, in termini competitivi, risulta indispensabile che il valore di tali risorse sia continuamente incrementato mediante specifici investimenti. In tal senso, gli obiettivi europei, nazionali e provinciali sono già da lungo tempo pienamente convergenti. Anche in provincia di Trento è ormai consolidato sia un “terziario della formazione continua” sia l’attitudine delle imprese più dimensionate e degli Enti/Consorzi espressione delle Associazioni di categoria a rendersi interlocutori affidabili dell’Agenzia del Lavoro per realizzare programmi di ggiornamento/riqualificazione dei lavoratori a fronte di una dimensione di sviluppo dei processi di innovazione dalla spiccata dinamica evolutiva.

I processi di accumulazione del capitale umano risultano poi particolarmente utili in fasi di recessione economica, consentendo di sostituire fasi di sospensione/espulsione con fasi di formazione, da realizzare soprattutto in chiave di anticipazione di quelli che saranno i bisogni dei contesti produttivi una volta che il ciclo dovesse invertire, come si auspica, il proprio segno. Le operazioni di formazione continua possono poi essere programmate ed attuate valorizzando una stretta e sinergica interazione con gli investimenti resi possibili dai fondi paritetici interprofessionali.

Nell’ambito della presente area sono previste le seguenti azioni:

4.1. interventi di formazione continua promossi dalle imprese o da consorzi di imprese, loro associazioni o enti bilaterali;

4.2. interventi di formazione continua a fronte di fabbisogni generali di settore o di comparto economico;

4.3. interventi formativi individuali extra aziendali di aggiornamento;

4.4. premi di specializzazione ed aggiornamento;
4.5. interventi formativi collettivi di aggiornamento per dipendenti, artigiani e piccoli imprenditori;

4.6. interventi formativi per il miglioramento della salute e della sicurezza dei lavoratori sul lavoro;

4.7. interventi formativi per l’apprendistato in diritto-dovere;

4.8. interventi formativi per l’apprendistato professionalizzante (per apprendisti assunti prima del 25 aprile 2012);

4.8 bis Interventi formativi per l’apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere (per apprendisti assunti dal 25 aprile 2012)

4.9. interventi formativi per l’ apprendistato di cui alla Legge 196/97;

4.10. Azioni formative in apprendistato per l’acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione;

4.11. interventi formativi personalizzati in apprendistato;

4.12. interventi formativi per tutori aziendali dell’apprendista;

4.13. interventi formativi per maestri artigiani;

4.14. interventi formativi per contratto d’inserimento.